Come diventare una Camgirl

Dove e come iniziare

In questo articolo (primo della serie “come diventare una camgirl”) ti spiego come diventare camgirl in Italia e con clienti esteri, guadagnare bene e velocemente senza farti sfruttare da nessuno.

Photo by Dainis Graveris on Unsplash

Cos`è una camgirl?

Una camgirl, chiamata anche webcam model, é una donna maggiorenne che vende foto, video e videochat a pagamento o in cambio di “tip”, offerte libere. In alcuni casi puó vendere anche scarpe, intimo usato e qualsiasi altro oggetto lei utilizzi, nel caso in cui i clienti ne facessero richiesta. Tutto ció che le serve per diventare una camgirl é un computer, una webcam (o uno smartphone) un minimo di esperienza nel navigare online e una connessione ad internet.

Per chi Lavora?

Puó lavorare per un sito specializzato oppure come freelance, attraverso piattaforme di cui ti parleró tra poco.

Che tipo di clienti ha una camgirl?

Qualsiasi tipo di persona. Il 99% sono uomini di tutte le etá ed estrazioni sociali. Solitamente sono persone educate, quasi sempre sposate o impegnate e che hanno bisogno di qualcosa che nella loro relazione manca.

Alcuni cercano il contatto con una webcam girl perché hanno fantasie che non possono condividere con la propria partner, siano queste legate alla sottomissione (molto richiesta) o a scenari erotici non comuni.

Sono nella quasi totalitá persone gentili e affettuose che cercano una relazione “umana” e due chiacchiere, piú che una videochat con una bambola gonfiabile animata. Alcuni di loro potrebbero avere semplicemente voglia di chiacchierare.

Questo é il motivo per cui ci tengo a dirti che dovresti fare la camgirl solo se sei predisposta ad ascoltare genuinamente il tuo cliente, diversamente farai molta fatica a creare contatti duraturi (che sono i piú remunerativi).

Ovviamente ci sono anche i clienti stronzi. Alcuni non ti tratteranno con educazione. Sono quelli convinti di aver comprato te, anziché una prestazione concordata.

Potrebbero anche insistere per un’anteprima, ovvero una brevissima videochat gratuita nella quale ti mostri prima del pagamento. Nella grande maggioranza dei casi sono gli stessi che sfrutteranno quei 20 secondi gratis per adottare la tecnica da me denominata “schizza e scappa“, bloccandoti subito dopo l’anteprima e facendoti perdere tempo. Se vuoi concedere un’anteprima gratuita, specifica sempre che sará per un massimo di 20 secondi e completamente vestita.

In ogni caso, é nel tuo pieno diritto bloccarli e chiudere ogni comunicazione con loro.
Per questo motivo, leggendo questo articolo capirai quali ritengo essere le piattaforme migliori per camgirl, ovvero quelle che permettono alla modella di lavorare liberamente senza sottrarle una percentuale sui guadagni.

Quali sono i siti da evitare?

Uno tra i siti italiani piú famosi, che non nomino (trovi informazioni su Google cercando “maltratta e non paga le modelle”) per me é un grande NO.

Hanno l’abitudine di bannare le modelle a loro insindacabile giudizio piuttosto che sbattere fuori un cliente cafone, trattandole con arroganza e bloccando loro tra l’altro tutti i pagamenti ancora in sospeso, al momento del blocco della modella dal sito.

Lo stesso sito ha una videochat nella quale le modelle cercano di attirare clienti da portare in chat privata, dove potranno poi esibirsi ad un costo al minuto impostato dalla modella nel proprio profilo personale.

Il sito trattiene tra il 50 e il 70% dei guadagni della modella, a cui si sommano poi varie “spese di bonifico” al momento del pagamento (che puoi richiedere solo dopo aver guadagnato diverse centinaia di euro) che arrivano tranquillamente a 50-60 euro e non sono assolutamente allineate ai reali costi di un bonifico, anche se internazionale.

Insomma, alla fine trattengono una percentuale altissima di ció che la modella guadagna.

Hanno una rete di siti gemelli e blog vari che alla fine rimandano tutti al sito in questione, in questo modo una donna che cerca su Google “come diventare camgirl” si ritrova su diversi siti tutti simili e che contengono una guida che consiglia 3 o 4 siti diversi ma che in realtá, una volta aperti, hanno tutti la stessa grafica e le stesse immagini delle camgirl attive in quel momento. Ci vuole poco a capire che si tratta dello stesso identico sito web con domini diversi. Insomma, é un sistema che non mi piace affatto e che sconsiglio.

A mio parere, sono da evitare tutti i siti che trattengono alla modella una percentuale superiore al 30%. Entrando sui vari siti disponibili e cliccando su “diventa una camgirl” puoi vedere le condizioni di pagamento e capire subito quale percentuale il sito tratterrá.
Se é superiore al 30%, evitali.

Quali sono i siti consigliati?

Sono consigliati tutti i siti che garantiscono autonomia alla modella.
Tra questi figura Cam4, una piattaforma di streaming per adulti nella quale uomini, donne e coppie possono esibirsi pubblicamente in cambio di tips (offerte libere) da parte degli spettatori e in privato a tariffa concordata.

I pagamenti sono puntuali e spesso ci sono delle promozioni che permettono alla modella di guadagnare molto piú del normale durante le prime settimane di utilizzo, dando visibilitá al suo streaming sul sito.

Una nota negativa é che quasi tutti gli streaming vengono registrati e caricati su un sito chiamato Camvault, che li rivende come video premium senza che la modella guadagni nulla. Non sono a conoscenza se i due siti siano correlati, ma é una cosa da tenere in conto. É comunque possibile richiedere a Camvault la rimozione dei propri video, seguendo questo tutorial e incollando il link del video qui

Credits: Lovense.com

A cosa devo fare attenzione?

Se hai deciso di affidarti ad un sito per trasmettere le tue live, devi prestare attenzione ad alcuni punti:

  • Come giá detto sopra, che la percentuale a te riservata sui guadagni sia almeno del 70%
  • Che lo staff sia formato e ti tratti con educazione.
  • Che il sito ti permetta di prelevare i tuoi guadagni con una cifra minima ragionevole, circa 100-150 euro.

Se hai deciso invece di lavorare per conto tuo, fai attenzione a:

  • Ricevere i pagamenti in modo anonimo e sicuro (lo spiegheró a breve nella seconda parte della guida).
  • Non fornire MAI i tuoi dati personali, la tua esatta posizione geografica o dettagli che possano farti riconoscere.
  • Farti pagare sempre prima dello show.

Una camgirl deve essere per forza magra e giovane?

Assolutamente no. C’é spazio per qualsiasi etá, etnia, stile e fisicitá.
Ogni tipo di donna ha un pubblico adatto. Ci sono clienti a cui piacciono le donne mature, o molto formose, quelle molto tatuate, quelle androgine. É molto difficile che una donna non riesca a trovare un pubblico adatto.

E se voglio lavorare “in proprio”?

Esistono alcuni siti che permettono alle modelle di fare show in autonomia, e anche modalitá che ti permetteranno di trovare clienti al di fuori di qualsiasi sito di camgirls.

MONDOCAMGIRL: Ad oggi mi sembra il sito italiano piú serio e che fornisce i maggiori benefici alla modella.
Anche in questo caso webmaster e moderatori non sono gentilissimi con le modelle, ma ho notato che nei siti nostrani é una costante. Grazie, maschilismo italico.

Comunque l’interazione con loro é limitata davvero al minimo, perché anziché una chat pubblica il sito offre alla modella la possibilitá di avere un profilo personale nel quale é indicato il proprio nickname di Skype. Tramite il nickname potrá essere aggiunta su Skype dai clienti, i quali avranno modo di pagarla sia tramite sito che tramite metodi alternativi (Paypal, Paysafecard, gift card varie, ricariche telefoniche, Amazon wishlist ecc).

Il sito trattiene una percentuale solo quando il pagamento é effettuato tramite sito, che si aggira intorno al 20%. L’unica regola é che se il cliente vuole pagare tramite sito, sará obbligatorio permetterglielo. Pena l’espulsione e la perdita dei guadagni, anche in questo caso.

CHAT VARIE: Chat come chatroulette e simili possono essere un’ottima occasione per trovare nuovi clienti. Sará sufficiente mostrarti in cam (vestita o al massimo in lingerie) e proporre i tuoi servizi. Se il tuo potenziale cliente é interessato, potrai fornirgli il tuo nickname di Skype (chiaramente sará un profilo fatto ad hoc e che non contiene i tuoi veri dati).

PRO TIP: Quando hai la possibilitá di decidere con chi chattare, seleziona clienti provenienti da Germania, Norvegia (o comunque paesi del Nord Europa), Emirati Arabi e Canada. Perché? Semplicemente perché sono notoriamente i clienti che pagano meglio, e senza cercare di fregare le modelle.
Trovi alcuni siti di questo tipo cliccando qui, al fondo della pagina.

CAM4: Cam4 non trattiene NULLA alla modella. Puoi usarlo per fare cam private e guadagnare 2-3 euro al minuto. Sei tu a contrattare direttamente con il cliente, che ti pagherá tramite token acquistati tramite il sito. Non é possibile farsi pagare su altre piattaforme, ma utilizzando lo stesso nickname é possibile crearsi una fanbase su siti come Onlyfans o Patreon, cosí che i clienti possano trovarti e accedere a contenuti esclusivi.

Questa era la prima parte della guida che ti spiega come diventare una camgirl, per la seconda parte clicca qui.

Rispondi